L’arte della cucina Napoletana: cosa assolutamente assaggiare!
21 giugno 2016

La tradizione culinaria Napoletana fonda le sue radici su ricette antiche. Determinante è stata l’influenza dei popoli che hanno abitato nella nostra città in quanto hanno portato ad un perfezionamento dei metodi di preparazione, di generazione in generazione, al punto tale che la cucina napoletana è considerata una delle migliori al mondo.

Ogni piatto riprende i colori ed i sapori della nostra terra, immancabili difatti in ogni ricetta sono: basilico e pomodoro. Non dimentichiamo che nel menù napoletano la regina resta sempre “l’assaggio” della famosa mozzarella, invidiataci da tutto il mondo!

L’identità culturale, inconfondibile, della cucina napoletana si fonda però su alcuni piatti tipici che deliziano il palato di chiunque li assaggi; stiliamo oggi una mini guida ai piatti della tradizione napoletana, che assolutamente non potete perdervi, se decidete di visitare questa meravigliosa città.

I piatti tipici della cucina Napoletana

Dipende tutto dai vostri gusti e da quali sono le vostre preferenze in fatto di cibo, ma dovrete assolutamente assaggiare:

Tra gli antipasti, i fiori di zucchina, ripieni di ricotta o mozzarella, fritti e avvolti in una croccante pastella.

Il polipo alla Luciana deliziosamente preparato dal ristorante Zi Teresa. Un sugo, gustosissimo, di pomodoro mischiato a quello del polipo, e accompagnato da croccanti crostini. Davvero il paradiso del palato di chi ama il pesce.

Frittura di gamberi e calamari, con una spruzzata di limone sopra, sarà l’antipasto perfetto da gustare accompagnato da un ottimo vino bianco.

Parmigiana di Melanzane: il piatto forte della tradizione napoletana. Un connubio di sapori tipici della nostra terra: melanzane, pomodoro e mozzarella. Accompagnate questo piatto col pane cafone, e vi assicuro non ve ne pentirete!

Amanti del pesce? Scialatielli ai frutti di mare, incredibile primo piatto preparato con pesce fresco che può essere condito con o senza pomodoro. Assolutamente da provare!

Ragù Napoletano: secondo la tradizione napoletana deve essere preparato il giorno prima di essere servito; il piatto tipico della Domenica. La ricetta impone che la carne, a scelta tra bovina e suina, venga cotta nel sugo di pomodoro a fuoco molto lento. Un piatto che fonda le sue radici nella Napoli antica!

Nella lista di piatti da assaggiare non manca la pizza Napoletana, rigorosamente cotta nel forno a legna. Anche quest’ultima trova la sua origine nell’antica tradizione culinaria napoletana; gli ingredienti rappresentano i colori e i profumi di Napoli: pomodoro, mozzarella o fior di latte, olio d’oliva e basilico.

Si dice che a Napoli si “piange” due volte: quando la si vede per la prima volta e quando la si lascia per partire. La bellezza del paesaggio e la bontà della cucina napoletana renderanno il vostro soggiorno un’esperienza che non dimenticherete mai!

Leggi tutto

Come cucinare la pastiera di Zi Teresa
11 giugno 2015

Ingredienti:
500 gr.di ricotta 400 gr. di zucchero 250 gr.di grano 200 gr. di cedro candito 50 gr. di burro, 6 uova la scorza di un limone 1/2 litro di latte, 1 bottiglina di acqua fior d’arancio cannella in polvere sale quanto basta.

Preparazione:
Far ammollare il grano in acqua per 2 o 3 ore, poi scolarlo in una casseruola, coprirlo nuovamente di acqua e lessarlo per circa un’ora. Preparare intanto la pasta: impastare sulla tavola la farina con lo zucchero, lo strutto, tre tuorli d’uovo, e un pizzico di sale.

Lavorare la pasta quel tanto che basta, a renderla ben omogenea, e farla riposare in un luogho fresco. Preparare il ripieno: scolare il grano dell’acqua di cottura, rimetterlo nella casseruola, versarvi sopra il latte, aggiungete due scorzette di limone, un pizzico di cannella, mezz’etto di zucchero, un pizzico di sale e cuocere a fuoco moderato, fino a completa riduzione del latte.

Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare. Riunire in una terrina il grano (eliminare le scorzette), la ricotta passata al setaccio, il rimanente zucchero, la rimanente scorza di limone grattugiata, il cedro tagliato a dadini, un pizzico di cannella e l’acqua di fior d’arancio.

Legare il tutto ai tuorli e completare con 4 albumi montati a neve.

Stendere la pasta dello spessore di pochi millimetri, ricavarne un disco di circa 30 cm di diametro e foderare di questo una teglia unta di burro; versare il ripieno nella teglia.

Stendere di nuovo la pasta avanzata e ricavarne delle strisce; disporle a forma di grata sulla superficie del ripieno e cuocere la pastiera in forno caldo. Ritirarla quando la pasta è ben dorata, lasciarla raffreddare, sfornarla su un piatto di servizio, cospargerla di zucchero vanigliato e servire.

Note: Gli ingredienti per la Pasta Frolla: 350 gr. di farina, 150 gr.di zucchero, 150 gr. di strutto, 4 uova, zucchero vanigliato, sale quanto basta.

Leggi tutto



Via Borgo Marinari, 1 - Napoli (Italy)
Email : info@ziteresa.it
+39.081.764.25.65